Breithorn Occidentale con guida alpina

Vuoi raggiungere il tuo primi 4165m? Ecco la salita che fa per te. Procedere in cordata su ghiacciaio al fianco dell'imponente Monte Cervino e dormire in un rifugio in quota.

240,00

Partecipanti:

Richiedi informazioni

La salita più facile per raggiungere il tuo primo 4000! Un esperienza unica al cospetto del Cervino, immersi in un ambiente totalmente glaciale

Durata e date

– Tutti i giorni da Giugno a Settembre
– Giorni infrasettimanali su richiesta

Programma

• Ritrovo a Cervinia presso la biglietteria in orario con la prima salita (se effettuato in giornata) o per l’ora di pranzo (se si dorme in rifugio).
• Risalita con gli impianti fino al Plateau Rosà (3500 m).
• Dall’arrivo della funivia si raggiunge il colle del Breithorn a circa 3800 m, si attraversa il pianoro e si risale il pendio sud occidentale che porta alla vetta.

Nota:
Si consiglia la salita in giornata a persone allenate. (costo 190€)
Il dislivello positivo è di circa 700m

Abilità e livello richiesti

Camminatori in grado di fare trekking di almeno 1000m di dislivello positivo

La quota comprende

– Accompagnamento da parte della guida alpina
– Assicurazione

Noleggio attrezzatura:
(Imbrago + piccozza + ramponi) 20€

La quota non comprende

– Le spese in rifugio (70€ mezza pensione)
– I trasferimenti per/da Cervinia
– Tutte ciò non specificato sotto la voce “la quota comprende”

Materiale personale necessario

• Abbigliamento a strati adatto all’alta montagna:
Consigliato abbigliamento “a cipolla” cioè con vari strati da regolare in base alla temperatura (intimo termico, strato tipo pail o soft shell, giacca impermeabile, giacca calda tipo piumino o simili). Cappello o fascia, due paia di guanti da neve, maschera od occhiali da sole, crema protettiva raggi UV, scarponi impermeabili.
• Attrezzatura da alpinismo (imbracatura, casco, piccozza, ramponi) in noleggio a 20€.
Attrezzatura comune come corde, fettucce, moschettoni etc. a disposizione gratuita.

Foto dalle passate edizioni

Gli Istruttori-Accompagnatori

AD collabora esclusivamente con Guide Alpine certificate UIAGM

Durante gli anni si è stabilito un ottimo rapporto di collaborazione, fiducia ed amicizia con tutte le guide scelte per i nostri eventi. Siamo garanzia di un servizio professionale e svolto in sicurezza grazie proprio all’esperienza delle nostre guide.

Perché fare alpinismo?

Perché in montagna è una questione di testa e corpo. Significa porsi degli obiettivi e impegnarsi per raggiungerli, fosse una cresta di neve poco esposta che una cima difficile da raggiungere. E porsi degli obiettivi significa anche autocoscienza, ovvero prendere in carico i propri limiti, andare a cercare i propri punti di forza e lavorare su entrambi per raggiungere il proprio obiettivo.

La montagna è anche se non soprattutto un ottimo anti-stress, concentrarsi sull’attività in sé astrae da tutto il resto ed è davvero un ottimo modo per chiudere fuori dalla testa i problemi ed allontanare i pensieri negativi. 
La montagna migliora l’autostima: basta arrivare in cima o superare un passaggio soggettivamente impegnativo, e godere di sensazioni indescrivibili.
La montagna rende perseveranti. Non c’è niente da fare: davanti a una parete da scalare è difficile demordere e tentativo dopo tentativo prima o poi (anche nel tempo), si trova il modo di arrivare in cima. È il meccanismo dell’apprendimento per prove ed errori, ed è quello che alla fine ci permette di non mollare mai, nello sport come nella vita