Arrampicata in Sardegna

Una settimana esplorando le falesie del caratteristico paesino di Ulassai e la fantastica Cala Gonone

450,00 380,00

Partecipanti:

Richiedi informazioni

“Non c’è bisogno di partire per i Caraibi, si può andare anche in Sardegna”. Questo è sicuramente vero rispetto al mare: i colori cambiano dal blu scuro del mare profondo al verde smeraldo. Oltre a ciò è un luogo con un patrimonio culturale pazzesco: suoni, linguaggi e costruzioni caratteristiche; sublime cucina di mare e di terra. Poi c’è l’isola, le scogliere, le montagne, i fiumi, i canyon e la roccia! Al nord un fantastico granito ed al sud un solido calcare e basalto. Vieni con noi ad esplorare un mondo dove tutto è differente; dove ogni paesaggio, sapore o roccia sono unici!

Durata e date

Dal 4 all’11 Settembre 2021

Programma

GIORNO 1
Ci organizzeremo in base agli orari dei traghetti per partire da Olbia in gruppo. Appuntamento in mattinata entro le 10:00. Possibile pick up degli altri partecipanti che arriveranno in aeroporto, previo accordo. (Ci si organizzerà in base agli arrivi). Ci dirigeremo verso Ulassai – 2 macchine necessarie. (o appuntamento direttamente ad Ulassai per pranzo). Le spese della macchina sul traghetto verranno divise tra i partecipanti). Possibile arrampicata pomeridiana. Sistemazione in alloggio e cena tipica.

GIORNO 2, IL CANYON
Direttamente dal nostro alloggio, dopo un’ottima colazione, ci avvieremo a piedi verso la falesia del Canyon. Uno dei posti più belli di Ulassai, con linee stupende d’arrampicata e gradi per tutti. Posto fresco e piacevole.

GIORNO 3, CAVE OF DREAMS – TORRE DEI VENTI – WALLSTREET – LE CORCI
In base al livello dei partecipanti. Dalla parte opposta del Canyon si sviluppa un’ altra suggestiva gola, stretta tra ripide pareti. Il settore gode di un piacevole fresco anche d’estate. Ottima chiodatura a spit fix e fittoni ad opera di Maurizio Oviglia e Giampaolo Mocci. Si arrampica su canne di calcare spettacolari quasi sempre in strapiombo! 15 le vie con difficoltà dal 6a+ all’ 8a. Nel pomeriggio ci sposteremo alla “Torre dei venti”, una suggestiva e liscia placca raggiungibile a piedi seguendo la circonvallazione del paese in soli 5 minuti di camminata. Oppure ancora più avanti verso Wallstreet. Vie tecniche su buchi e ottima chiodatura a fittoni resinati e spit fix. Le vie sono molto lunghe e la vista sul paese regala fotografie da copertina. Le Corci: Una falesia creata apposta da madre natura per noi! Una parete di calcare giallo, a buchi e tacchette. 48 monotiri dal 5c all’ 8a+. Arrampicata tecnica e di dita. Ma anche l’arrampicatore medio e principiante troverà pane per i denti.

GIORNO 4, CALA GONONE
Si partirà verso Cala Gonone, sistemazione in alloggio e bagno a cala Fuili con arrampicata in spiaggia. E’ possibile arrampicare su vie facili e molto belle (tra cui una chiodata dalla famosa Lynn Hill) e fare il bagno al tempo stesso. Passeremo il pomeriggio ad esplorare le falesie del canyon che parte proprio dalla spiaggia.

GIORNO 5, S’ATTA RUJA
Percorrendo una bellissima e panoramica sterrata, raggiungeremo la falesia di S’atta Ruja (gatta rossa). Placca magnifica, calcare a buchi e strapiombo facile. Un po di tutto insomma. Ambiente molto piacevole ed arrampicata non estrema.

GIORNO 6, CALA LUNA
Salperemo la mattina in barca da Cala Gonone (15€ circa andata e ritorno) alla volta di Cala Luna. Belle falesie sul mare la mattina e grottoni nel pomeriggio. Questo è uno dei paesaggi più suggestivi del viaggio. Il mare, la spiaggia, le grotte e le montagne come sfondo lasceranno in voi un ricordo indelebile della Sardegna.

GIORNO 7, BUCHI ARTA
La roccia più bella di Cala Gonone. Un grip unico in un posto suggestivo lontano dal mare. Mentre si percorre la strada tortuosa per raggiungere la falesia il senso di isolamento è pazzesco. Si parcheggia tra rigogliosi ulivi e si raggiunge la falesia in 1 minuto di cammino. Le ore passeranno e non vi sarete ancora stufati di arrampicare. Vie per tutti i livelli.

GIORNO 8
In base agli orari dei traghetti ci organizzeremo per la partenza. E’ possibile arrampicare la mattina o godere del mare. Ottimo pranzo di pesce in una tipica pescheria (ottimo il pesce crudo). Prezzi più che onesti! Si trova proprio prima di arrivare ad Olbia .

NOTA:
– Ogni partecipante non è obbligato a seguire il programma e potrà organizzare la propria giornata a piacimento. Si consiglia comunque la vita di gruppo. Può creare dipendenze e legami che durano per tutta la vita 😉
– Per mangiare c’è la possibilità di cucinare anche in appartamento (solo a Cala Gonone – Ulassai più economico), grazie ai fornelli (benvenuti tutti coloro ai quali piace pescare). Ogni partecipante è libero di scegliere se cenare in appartamento od in taverna. Cercheremo comunque di dividere le nostre serate in modo equo tra cene in ristorante e casalinghe.
– Gli organizzatori potranno prendere decisioni assolute per il gruppo per motivi di sicurezza; soprattutto durante l’arrampicata.

Abilità e livello richiesti

Non sono richieste particolari abilità arrampicatorie, se non l’aver già praticato l’arrampicata e conoscere tutti gli standard di sicurezza necessari per poter praticare questa fantastica disciplina.

La quota comprende

– Pernottamenti
– Colazione ad Ulassai
– Accompagnatore AD
– Assicurazione
– Tesseramento ASD
– Accesso al gruppo arrampicata di Adventure Dreamers con offerte ed eventi dedicati

La quota non comprende

– Traghetto partecipanti e macchine (necessarie 2 macchine per 6 partecipanti)
– Barchetta per Cala Luna
– Benzina e spese auto*;
– Cibi e bevande (Tranne la colazione ad Ulassai)*2

* Nota2: Cassa comune per le spese condivise del gruppo (carburante, spesa comune etc.)
n.b la quota della cassa comune dell’accompagnatore AD viene ripartita tra i partecipanti

*Nota: Se nessun partecipante potrà mettere a disposizione un’auto a spese condivise, verrà divisa la spesa di un automobile a noleggio ad Olbia.

Materiale personale necessario

Attrezzatura personale d’arrampicata. Prima della partenza ci si organizzerà su gruppo whatsapp per quanti kit e corde portare così da dividere il peso tra i partecipanti

Foto dalle passate edizioni

Gli Istruttori-Accompagnatori

Gli accompagnatori AD sono membri dell’associazione che hanno viaggiato nelle location proposte. Hanno ottime conoscenze delle falesie locali e dei luoghi di maggior interesse. Siamo di ottima compagnia e felici di formare un gruppo affiatato pronto ad arrampicare!

Perché fare arrampicata?

Perché arrampicare è una questione di testa-corpo. Arrampicare significa porsi degli obiettivi e impegnarsi per raggiungerli, fosse un traverso a mezzo metro da terra così come una parete alta 20 metri. E porsi degli obiettivi significa anche autocoscienza, ovvero prendere in carico i propri limiti, scoprire i propri punti di forza e lavorare su entrambi per raggiungere il proprio obiettivo.

Arrampicare è anche, se non soprattutto, un ottimo anti-stress, concentrarsi sull’attività in sé astrae da tutto il resto ed è davvero un ottimo modo per chiudere fuori dalla testa i problemi e allontanare lo stress. 
Arrampicare migliora l’autostima: basta arrivare in cima alla prima parete della propria vita per capire che, se si vuole, con metodo e con la giusta guida, si può raggiungere qualunque obiettivo.
Arrampicare rende perseveranti. Non c’è niente da fare: davanti a una parete da scalare uno alla fine non demorde e, tentativo dopo tentativo, prima o poi trova il modo di arrivare in cima. È il meccanismo dell’apprendimento per prove ed errori, ed è quello che alla fine ci permette di non mollare mai, nello sport come nella vita.