Arrampicata in Val D’Ossola

Arrampica con guida alpina in uno dei posti più belli e selvaggi del Piemonte

380,00

Partecipanti:

Richiedi informazioni

Una delle aree montane più belle d’Europa: la Val d’Ossola. A tratti selvaggia, varia e pittoresca, ricca di valli, altopiani, laghi, cime e ghiacciai, è celebre tra gli arrampicatori per la sua fantastica roccia. E’ infatti uno dei posti più famosi al mondo dove arrampicare in fessura. Dopo l’arrampicata ti potrai rilassare presso le numerose località termali della zona, magari in compagnia di un ottimo bicchiere di vino.

Durata e date

Dal 05 al 08 Agosto 2021

Programma

GIORNO 1 (FACOLTATIVO)
Arrivo in serata presso l’appartamento. Sistemazione e cena. Possibilità di car-sharing in base alla provenienza dei partecipanti.

GIORNATE SUCCESSIVE
Dopo la colazione ci prepareremo per andare a scalare in uno dei numerosi spot della zona. Proprio vicino al nostro appartamento ci sono le famose falesie di Osso, Esigo, Croveo, Ponte Romano, Balm a Fredda e Cadarese. Cercheremo in base ai suggerimenti della guida di visitare e provare a scalare sulle falesie più belle. Per chi approccia per la prima volta questa disciplina sarà possibile muovere i primi passi sulla bella roccia Ossolana famosa in tutta Europa.Quattro giorni saranno pieni di avventure e di nuove scoperte. Essendo in presenza di una guida, il viaggio è rivolto anche a chi già scala e vuole provare grazie all’aiuto di un professionista molte delle famose vie di fessura presenti in zona. Ci sono vie bellissime anche per gradi da dilettante. In più, oltre alla guida, sarà presente un aiutante cosi da poter soddisfare i bisogni di ognuno. Il primo giorno lo dedicheremo allo studio delle tecniche di sicurezza e progressione adatte alla particolare roccia Ossolana. Non importa se sei un principiante od un medio scalatore. Potrai imparare a scalare su questa magnifica roccia e scoprire nuove frontiere dell’arrampicata. A fine giornata invece, sarà obbligatorio fermarsi per qualche birra godendo della vista sulla valle e sulle montagne che la abbracciano. Potremo scegliere se andare alle terme, fare un bagno al fiume o continuare a guardare il sole scomparire dietro ai numerosi picchi che circondano la valle. L’atmosfera sarà molto informale, l’unico prerequisito necessario sarà infatti l’attitudine alla vita di gruppo. La figura della guida alpina sarà fondamentale per poter imparare nel modo corretto nuove tecniche d’arrampicata. Si arrampicherà anche la Domenica, per poi ripartire durante il pomeriggio salutando a malincuore la natura selvaggia che farà da teatro al nostro week-end di scalate pazzesche.

Abilità e livello richiesti

Attitudine alla vita di gruppo. Non sono richieste particolari abilità arrampicatorie.

La quota comprende

– Guida Alpina
– Attrezzatura arrampicata: Imbracatura + scarpette + caschetto
– Materiale tecnico: moschettoni, corde etc.
– Alloggio
– Assicurazione
– Tesseramento ASD
– Accesso al gruppo di avventurieri divisi per zona. Dove potrai trovare nuovi compagni di cordata

La quota non comprende

– Le spese di viaggio per raggiungere il posto
– I pasti
– Tutto ciò non compreso sotto la voce “la quota comprende”

Materiale personale necessario

Materiale personale d’arrampicata (fornito ai principianti che non ne saranno in possesso)

Foto dalle passate edizioni

Gli Istruttori-Accompagnatori

AD collabora esclusivamente con Guide Alpine certificate UIAGM

Durante gli anni si è stabilito un ottimo rapporto di collaborazione, fiducia ed amicizia con tutte le guide scelte per i nostri eventi. Siamo garanzia di un servizio professionale e svolto in sicurezza grazie proprio all’esperienza delle nostre guide.

Perché fare arrampicata?

Perché arrampicare è una questione di testa-corpo. Arrampicare significa porsi degli obiettivi e impegnarsi per raggiungerli, fosse un traverso a mezzo metro da terra così come una parete alta 20 metri. E porsi degli obiettivi significa anche autocoscienza, ovvero prendere in carico i propri limiti, scoprire i propri punti di forza e lavorare su entrambi per raggiungere il proprio obiettivo.

Arrampicare è anche, se non soprattutto, un ottimo anti-stress, concentrarsi sull’attività in sé astrae da tutto il resto ed è davvero un ottimo modo per chiudere fuori dalla testa i problemi e allontanare lo stress. 
Arrampicare migliora l’autostima: basta arrivare in cima alla prima parete della propria vita per capire che, se si vuole, con metodo e con la giusta guida, si può raggiungere qualunque obiettivo.
Arrampicare rende perseveranti. Non c’è niente da fare: davanti a una parete da scalare uno alla fine non demorde e, tentativo dopo tentativo, prima o poi trova il modo di arrivare in cima. È il meccanismo dell’apprendimento per prove ed errori, ed è quello che alla fine ci permette di non mollare mai, nello sport come nella vita.